Quando gli scienziati saltano sul carro del vincitore

In questa rubrica ci siamo occupati più volte di come la conoscenza scientifica si costruisca progressivamente attraverso gli esperimenti e le misure successive, gli errori e le replicazioni. Abbiamo anche parlato di alcuni effetti che possono distorcere questo processo: per esempio abbiamo descritto l’effetto sperimentatore, cioè l’involontaria (e inconsapevole) preferenza che un ricercatore ha per un particolare risultato della sua ricerca, per esempio perché conferma un risultato precedente:

Non c’è bisogno di imbrogliare o di sbagliarsi grossolanamente, può essere sufficiente controllare più accuratamente i risultati che ci paiono in contrasto con la nostra teoria per introdurre un subdolo artefatto nei dati. Per esempio, immaginate un esperimento di chimica in cui una reazione debba provocare un cambiamento di colore in una provetta. Facciamo l’esperimento dieci volte, cinque volte [...]

L'articolo completo, come alcuni di quelli pubblicati sugli ultimi 4 numeri di Query, è disponibile solo per gli abbonati. Se vuoi leggerlo per intero, puoi abbonarti a Query Se invece sei già abbonato, effettua il login.
Tutti gli altri articoli possono essere consultati qui . Grazie.

Categorie

Sullo stesso argomento

Prometeo