Editoriale Query 28

La nostra copertina è dedicata a Medjugorje, un caso di paranormale religioso di cui stranamente non ci siamo mai occupati. Dico stranamente perché la fama internazionale dei presunti veggenti, l’importanza economica di questo supermarket della fede di cui gli italiani sono tra i principali clienti e l’enorme numero di persone che vi si recano sperando in guarigioni miracolose, ne fanno un caso che merita di essere approfondito. A frenarci finora è stata in primo luogo la particolarità delle affermazioni dei veggenti, che rende impossibile ogni verifica empirica. È però possibile analizzare criticamente la nascita e lo sviluppo di questo fenomeno, come abbiamo cercato di fare, per capire perché si sia prodotto proprio a Medjugorje e quali sono le forze che lo sostengono. Era poi necessario, per entrare nel cuore della questione, un autore che a Medjugorje ci fosse stato, ed è proprio il caso di Riccardo Bottazzo che ha curato la copertina, nella quale trovate anche un’intervista a Marco Corvaglia, autore di Medjugorje: è tutto falso.

Vi segnalo anche un’intervista a Agnese Sonato, che racconta di Planck!, ottima rivista di divulgazione scientifica dedicata a bambine e bambini, e l’articolo di Sergio Della Sala sulle pubblicazioni predatorie, un fenomeno recente che sta inquinando l’editoria scientifica internazionale.

Chiudo con tre note importanti. La prima sul 5xmille: è una risorsa fondamentale per la vita dell’associazione, per cui ricordatevi di indicare il CICAP nella vostra dichiarazione dei redditi. A voi non costa nulla, ma contribuirete a sostenere e moltiplicare le attività del Comitato e dei suoi gruppi locali. La seconda nota è per il Convegno 2017, che si terrà al Teatro Bonci di Cesena, dal 29 settembre al 1 ottobre 2017: quest’anno sarà possibile mandare proposte per interventi e votare i premi In difesa della Ragione e Bufala d'oro. Infine, nel prossimo numero parleremo dei nuovi Soci onorari del CICAP, personalità del mondo della ricerca e della cultura che, nei giorni in cui andiamo in stampa, hanno scelto di sostenere la nostra battaglia culturale nei confronti delle pseudoscienze.