Scienza & Paranormale: una rivista per capire

Vi siete mai chiesti cosa c'è di vero nel paranormale? Se davvero sia possibile leggere il pensiero, comunicare con i morti, piegare un cucchiaio con il pensiero vedere il futuro? Se davvero le stelle influenzino il carattere e il destino delle persone e se davvero funzionino le cosiddette medicine altemative come la pranoterapia e l'omeopatia? Se esistano i fantasmi e le fate, se sia possibile trovare l'acqua sottoterra sentendone le "vibrazioni", se dei santoni indiani possano veramente "materializzare" oggetti dal nulla e trovarsi in due posti contemporaneamente?

Se vi siete già posti questo tipo di domande Scienza & Paranormale, è la rivista che fa per voi.

Viviamo in un'epoca di crisi, la gente a bisogno di sicurezze, di punti di riferimento, di risposte alle proprie ansie e alle proprie speranze. E la magia, spesso presentata come "nuova scienza" (che gli scienziati, poveretti, osteggerebbero per non si sa bene quale ragione...) offre veggenti, guaritori, indovini, per ogni tipo di problema.

Alcune di queste credenze sono innocue. Ma altre no. Le "cure miracolose", per esempio, si rivelano spesso dei rimedi mortali. Ciarlatani e persone di pochi scrupoli derubano ogni anno miliardi di lire da un pubblico di creduloni.

Ecco perché una rivista come Scienza & Paranormale è importante: perché cerca di portare un po' di razionalità in un campo che finora è stato rappresentato solamente da un'insieme di affermazioni incontrollate.

Certo non partiamo da alcun preconcetto. Dopo oltre un secolo di ricerche in questo campo, ancora nessuno può dire di aver dimostrato l'esistenza di un solo fenomeno paranormale, ma ciò non significa che qualcun un giorno non ci possa riuscire. Fino ad allora, però, chi fa affermazioni straordinarie ha l'onere di dimostrarle e fornire prove altrettanto straordinarie.

Sono poprio queste affermazioni che Scienza & Paranormale si impegna a prendere in esame. In ogni numero, scienziati, scrittori ed esperti affronteranno le affermazioni sul paranormale e le sottoporranno ad un esame critico, cercando di spiegare cosa è vero e cosa è falso, e perché.

Il "paranormale" che compare nel nome della rivista non deve trarre in inganno chi pensa che ci occuperemo esclusivamente di parapsicologia. Come dice la parola, "paranormale" (dal greco parà = vicino a) significa "vicino al normale", è ciò comprende tutto ciò che sembra contraddire il normale; quindi, ipline diverse come l'astrologia, la grafologia, l'archeologia spaziale. lo spiritismo; fenomeni come il triangolo delle bermuda, gli UFO, le medicine alternative, i poltergeist...

Questo non vuoi dire naturalmente che faremo di tutte le erbe un fascio; cercheremo, anzi, di dare ad ogni argomento il suo giusto peso.

Detto questo, è bene specificare dunque di cosa non ci occuperemo. Il nostro scopo è quello di esaminare affermazioni che possano portare prove empiriche a loro sostegno, che siano cioè concretamente esaminabili. Non prenderemo in considerazione affermazioni di tipo metafisico, soprannaturale o religioso perchè per definizione si tratta di qualcosa che non può essere sottoposto a nessun tipo di esame ma che si basa essenzialmente sulla fede. Consigliamo gli interessati a questi argomenti di rivolgersi a periodici che discutono di argomenti filosofici e religiosi.

Rifacendoci all'approccio seguito da Piero Angela per il suo libro Viaggio nel mondo del paranormale, crediamo che la filosofia della rivista possa riassumersi con queste parole: Scienza & Paranormale non è una rivista per chi vuole credere, ma per chi vuole capire.

La Redazione