Steno Ferluga

Steno Ferluga è nato nel 1951 e si è laureato in Astrofisica all’Università degli Studi di Trieste. In seguito, frequentando la prestigiosissima S.I.S.S.A. (Scuola Internazionale di Studi Superiori Avanzati) ha ottenuto il Dottorato internazionale PhD in astrofisica con un lavoro originale di ricerca sulla stella Epsilon Aurigae.
E' stato subito assunto, nel 1983, al Dipartimento di Astronomia dell’Università di Trieste con la qualifica di ricercatore.

image

Nella stessa Università ha ottenuto, nel 1994, la docenza alla cattedra di Cosmologia. Attualmente insegna Fisica per Scienze Ambientali.
Per quanto riguarda l’attività di ricerca il Dottor Ferluga, oltre all’attività in facoltà e all’Osservatorio Astronomico di Trieste, solitamente si reca per un mese all’anno nell’Osservatorio dell’Alta Provenza in Francia.
I settori in cui ha svolto le proprie ricerche riguardano prevalentemente lo studio delle stelle doppie e peculiari (come Epsilon Aurigae citata precedentemente), il problema cosmologico dell’abbondanza dell’elio primordiale e l’abbondanza degli elementi atomici in generale.

Fin dall’inizio, l’attività del Dottor Ferluga si è contraddistinta per la grande predisposizione per la divulgazione, fatto abbastanza raro, perché solitamente i ricercatori preferiscono rimanere nell’intimità dei propri laboratori. La sua attività divulgativa ha abbracciato molti campi: ha pubblicato oltre 40 articoli per riviste (tra cui l’Astronomia) e per quotidiani (per la pagina scientifica del Corriere della Sera, della Stampa e altri); ha effettuato decine e decine di conferenze ed è intervenuto in molte trasmissioni televisive, soprattutto nei programmi in cui si tratta di scienza (ma ricordiamo per brevità solo le apparizioni alla Rai - Misteri della Foschini - e TMC - Tappeto volante di Rispoli).

Nel 1988 è stato tra i fondatori del CICAP, di cui è diventato subito il presidente e lo è rimasto fino al 2012, divenendo poi Presidente Emerito. Anche per conto del Comitato ha svolto un’intensissima attività di divulgazione, e in tutte le occasioni in cui è intervenuto ha ribadito la distinzione tra scienza e pseudoscienza.


Per saperne di più